“Palliativo” deriva dal latino “pallium” = mantello, da qui il riferimento a San Martino, simbolo del nostro logo, che divise il suo mantello per proteggere e avvolgere il povero incontrato sulla strada.

Riferito alla cura delle persone in stato avanzato di malattia, questa parola richiama il rispetto di tutti quei diritti che questi pazienti conservano:

  • il diritto alla cura e dignità
  • il diritto di poter vivere fino alla fine una certa qualità di vita
  • il diritto agli affetti

In tal senso le cure palliative sono pratiche di cura che avvolgono e proteggono l’ammalato, coprono tutta la sua persona.

Le cure palliative, anche secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, costituiscono una serie di interventi terapeutici ed assistenziali finalizzati alla”Cura attiva, totale, di malati la cui malattia di base non risponde più a trattamenti specifici.

Fondamentale è il controllo del dolore e degli altri sintomi e, in generale, dei problemi psicologici, sociali e spirituali.

L’obiettivo delle cure palliative è il raggiungimento della migliore qualità di vita possibile per i malati e le loro famiglie.